Fra me e te

imageMarco Erba è un giovane professore di lettere nell’hinterland milanese e “Fra me e te”, il suo primo romanzo, è nato fra i banchi di scuola. Sempre qui ha iniziato il suo percorso, con i ragazzi che si passavano la voce quando ancora era solo un ebook autopubblicato on line, prima di arrivare sul tavolo di un editore come Rizzoli che, un anno fa, lo ha pubblicato moltiplicandone il successo.

Basterebbero questi elementi per farmelo piacere, ma c’è molto altro. I desideri e le trepidazioni di tanti quindicenni come Edo e Chiara, i due protagonisti. L’amicizia e l’amore a quell’età. Il rapporto difficile con gli adulti, e con se stessi. Ci sono le ombre del bullismo e le insicurezze di coloro per cui un “mi piace” su facebook è “un certificato di esistenza, uno scoglio a cui aggrapparsi”. C’è un ottimo insegnante di religione e una delle descrizioni più belle mai lette di una prof: “non spiega una materia, usa una materia per spiegarti la vita”.

È classificato come romanzo per adolescenti, a cui lo consiglio senz’ombra di dubbio, ma non fa male anche leggerlo da adulti. Io ci ho messo meno di ventiquattr’ore.