La lista di Bergoglio

lista bergoglioHo iniziato ieri a leggere “La lista di Bergoglio” (ed. Emi), l’inchiesta pubblicata dal giornalista Nello Scavo sulle persone messe in salvo dall’allora superiore dei gesuiti argentini al tempo della dittatura militare. Un tempo, tra l’altro, tremendamente recente.

Non si tratta di un libro celebrativo, come dimostra l’ampia panoramica sul rapporto complesso e differenziato tra gli uomini di Chiesa e il regime, e la stessa prefazione del Nobel Esquivel. La rete clandestina messa in campo da padre Jorge, però, emerge limpida dalle testimonianze delle decine di persone che ne usufruirono, non raramente senza avere avuto alcun rapporto precedente con la Chiesa locale né una vita di fede.

Fra i sentimenti che si mescolano fin dalla lettura delle prime pagine, c’è l’orrore per le crudeltà perpetrate, lo stupore per situazioni spesso sconosciute – nel bene e nel male – la commozione per il coraggio di molti, Bergoglio compreso. Per questo ritengo sia una lettura assai utile, sia per squarciare il velo dell’ignoranza su un dramma dei nostri giorni, sia per capire ancor più profondamente chi sia colui che oggi governa la Chiesa. Cosa abbiano visto quegli occhi che, anche da soli, parlano di tenerezza e di fraternità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...