Buona Pasqua!

auguri 2013 (Large)

Annunci

L’Isola

Solo ora, a quasi una settimana di distanza, trovo il tempo di inserire qualche scatto della visita all’Isola Tiberina, uno dei luoghi romani che più mi affascina. Su una riva Trastevere, sull’altra l’antico Ghetto. In mezzo, l’isola è come la pupilla dell’occhio.

Alla basilica di San Bartolomeo, dalla storia lunga e curiosa, oggi dedicata alla memoria dei martiri dell’età contemporanea, ho già accennato tempo fa. Anche solo col pensiero, una sosta immancabile il venerdì santo.

Isola tiberina - 025a (Small)

Isola tiberina - 021a (Small)

Isola tiberina - 019a (Small)

Isola tiberina - 016 (Small)

Isola tiberina - 026a (Small)

Isola tiberina - 032a (Small)

Isola tiberina - 029a (Small)

Isola tiberina - 088a (Small)

Isola tiberina - 082a (Small)

Isola tiberina - 118a (Small)

Per custodire il Creato

copertina quaderno cei creato (Small)L’hanno notato in molti: nelle prime due settimane dopo l’elezione, non c’è (quasi) omelia o discorso di papa Francesco che non contenga riferimenti alla custodia del Creato. È un altro bel segno di continuità col magistero di Benedetto XVI, le cui parole in proposito sono numerose e notevoli.

Da qualche tempo, per lavoro, mi sto occupando anch’io più assiduamente di questi temi, specie sul versante etico e teologico. Proprio all’inizio di questo mese è giunto in libreria un volume ricco di interessanti approfondimenti. E un altro utile strumento si può scaricare gratuitamente qui in formato pdf. Consiglio a tutti un’occhiata alle 97 pagine dell’ebook in omaggio: si parla di ecologia, Trinità, economia ed esperienze pastorali. Buona lettura!

Il grande e potente Oz

locandina oz (Small)Dopo aver per un po’ trascurato le sale, ieri sera sono tornato al cinema. In cartellone, il classico film per famiglie pensato per stupire e divertire.

“Il grande e potente Oz” è una favola dai sapori classici ma tecnologicamente avanzata. Alcune scene e scelte di regia sono davvero magistrali. Niente di meglio per rilassarsi un po’, ovviamente strega cattiva permettendo…

Disarmato e disarmante

300x01363683957573Papa_verticaleÈ bello seguire i primi passi del pontificato di papa Francesco, e lasciarsi un po’ portare dalla sua libertà ed essenzialità. Senza esagerare, mi piace anche leggere qualche commento e riflessione sulla stampa o nella rete. Ad esempio, questa simpatica – e apocrifa – lettera di Berlicche a Malacoda.

Molto meno gradevoli, invece, ho trovato alcuni slanci di “entusiasmo”, che per la verità sembrano soprattutto interessati a dare ragione a se stessi. O a concentrare il rinnovamento della Chiesa nella rivoluzione della Curia Romana, come se a noi toccasse solo stare a guardare la ristrutturazione del Palazzo Apostolico, magari bramando rese dei conti da film western.

Con Benedetto XVI è risuonata forte l’esigenza di una priorità: ripartire da Dio, mettendo la fede in lui all’origine delle scelte della vita. Da qui, i suoi appelli all’amicizia tra fede, gioia, amore e pensiero, e anche il monito a fare penitenza e “pulizia”. Francesco non indica certo una strada diversa, anzi. Col cuore in mano, sembra quasi implorarci di riconciliarci tra noi, col creato, con Dio. La sua umanità esuberante e profonda supererà tanti ostacoli. È davvero disarmato e disarmante, come l’amore.

Ricordo di aver risposto così a un amico che mi chiedeva spiegazioni circa la rinuncia di Benedetto XVI: “Forse non meritavamo un papa così grande”. Vediamo adesso, con Francesco, di non fare lo stesso errore.