Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

Old-Woman-Sleeping-xx-Cornelis-BisschopIn quel giorno l’anno era vecchio. Quell’anno paziente aveva vissuto, nonostante i rimproveri e gli insulti dei suoi accusatori, e aveva compiuto fedelmente l’opera sua. Primavera, estate, autunno, inverno, l’anno aveva percorso a fatica tutto il suo ciclo destinato e ora stava adagiando la testa stanca per morire. Escluso da ogni speranza, da ogni impulso, da ogni felicità attiva, per gli altri però era messaggero di molte gioie, e nel momento del suo declinare invocava che si ricordassero le sue giornate di fatica e le sue ore di pazienza e che lo si lasciasse morire in pace.

Charles Dickens, Le campane

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

st1:*{behavior:url(#ieooui) }

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

BENE_11_672-458_resizeRassegna stampa di Natale

Due articoli letti in questi giorni mi sono particolarmente piaciuti. Il primo è il commento di Andrea Tornielli all’episodio che ha visto una giovane donna tentare di avvicinare il papa all’inizio della Messa di mezzanotte. Lo si trova qui.

Il secondo è la risposta del cardinal Martini, sul Corriere della Sera di ieri, alla domanda di un lettore sullo stato di salute della cristianità: “La Chiesa in decadenza? Mai stata così fiorente”. Non si tratta, ovviamente, di un’apologia acritica e superficiale, ma di un dibattito che cerchi di andare oltre il livello da pettegolezzo diffuso e il risentimento per le delusioni personali. Di questo c’è tanto bisogno.

Bello anche il racconto di Benedetto XVI che va a pranzo alla mensa dei poveri di Sant’Egidio, porta regali ai bambini e offre il dolce a tutti…

DSCF2682 (Medium)

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

Fra i regali ricevuti in questi giorni, quello di Nico è certamente il più fine e originale. Cioccolatini di lusso da Bruxelles. È così bella la confezione che non ho il coraggio di iniziare a mangiarli…

presepe 2009

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

La verità che il cielo non è sufficiente a contenere
è sorta dalla terra per essere adagiata in una mangiatoia.

Sant’Agostino

Buon Natale!

DSCF2537piccolaGrazie a tutti!

Una vera invasione di auguri oggi!!! E non è mancata neppure la festicciola con torta a sorpresa! Merita un segnalibro il primo giorno negli “anta”, no? Ma soprattutto lo meritano i tantissimi amici che mi hanno scritto, chiamato, pensato… (alcuni anche più volte!) A loro va il mio grazie più grande. E questa preghiera, estratta dalle parole di Sant’Anselmo:

Signore, tu ci hai comandato di amare tutti gli uomini in te e per te: per tutti imploro la tua clemenza. Ci sono però molti per i quali tu hai impresso nel mio cuore un affetto più intimo e familiare: a loro voglio bene con più ardore, per loro voglio pregare con più intensità. Abbracciali nel tuo amore, tu che sei la fonte dell’amore, e fa’ che essi pure ti amino con tutto il cuore, con tutta la mente, con tutta l’anima, così che possano volere, dire e fare solo quanto piace a te e giova al loro bene.

Chiara Luce1aChiara luce

Insieme al decreto sull’eroicità delle virtù di Giovanni Paolo II e Pio XII, questa mattina il papa ha firmato il documento che riconosce il miracolo attribuito a Chiara Badano. O meglio Chiara “luce”, come era stata soprannominata, e basta guardare il suo viso per capire perché. Nata sull’appennino ligure nel 1971, a diciassette anni un dolore lancinante alla spalla manifesta la presenza di un tumore. Il calvario della ragazza durerà quasi tre anni, durante i quali – soprattutto grazie al suo cammino spirituale nel movimento dei Focolari – non cessa di sorridere e di amare. Chi la incontra ne resta trasformato. Succede anche ora, a quasi vent’anni dalla morte e alla vigilia di una beatificazione che spero faccia conoscere ancora di più questo dono meraviglioso. Qui notizie, foto e testimonianze. Da non perdere.