klee giardiniImparare a vedere

“Il giardino delle delizie” è un piccolo libretto di Piero Pisarra appena pubblicato dall’Editrice Ave. L’idea di fondo è che “abbiamo perso i sensi”. Proprio quando tutto, attorno a noi, sembra indicare il trionfo del corpo e della sensualità. Così, l’autore propone di “ritrovare i sensi” e indica nella Bibbia il “giardino delle delizie” in cui celebrano la loro festa l’udito, la vista, il tatto, il gusto e l’odorato. E il cuore, il “sesto senso” dello spirito. Perché al centro del cristianesimo non c’è il peccato, ma il desiderio.

Saltando qua e là fra le pagine, mi colpisce il capitolo dedicato alla vita. Inizia parlando di fotografia! E citando una celebra e splendida espressione di un grande fotografo, Henri Cartier-Bresson: “Fotografare è mettere nel mirino l’occhio, la mente e il cuore”. E’ necessario aprire gli occhi e imparare a vedere, continua Pisarra. Perché, nella tradizione biblica, “l’indifferenza alla meraviglia sublime della vita costituisce la radice del peccato”.

Annunci

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

angeli_e_demoni_poster_ita2okAngeli e demoni

Come sia il film non lo so. Il libro, invece, l’ho (ri)letto in questi giorni, confermandomi nell’impressione che già mi fece la prima volta. L’itinerario fra le chiese e gli obelischi di Roma, sulle tracce di Bernini, è un suggerimento interessante, che mette in luce ancor più il fascino straordinario di questa città. E la voglia di conoscerla meglio. L’impianto fantareligioso è un’altra trovata furba, ma la vicenda sarebbe stata infinitamente più accattivante se non si fosse inventato così tanto. Troppo. Non c’era bisogno di stravolgere il conclave e le sue norme, la storia di Galileo e aspetti non secondari della fede e della vita ecclesiale, per dar forma a un racconto convincente e di successo. Rispettando la realtà delle cose, compreso il rapporto travagliato ma non impossibile fra scienze e teologia, sarebbe venuto fuori un romanzo degno dei misteri che cerca di evocare. E assai più godibile. Peccato per l’occasione persa.

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

clessidra trasparenteOgni minuto del mio tempo

Mi fa compagnia da qualche giorno questo breve testo di Etty Hillesum. Si parla tanto di sobrietà in questo periodo. Ecco cosa intendere…

“Ciò che realmente conta, o Dio, è soltanto che noi difendiamo quella piccola parte di te, che è in noi. E forse altrettanto negli altri. (…) Vi sono alcuni, è vero, che anche in questo momento si preoccupano di mettere in salvo i loro aspirapolvere e le posate d’argento invece di salvaguardare te, caro Dio. (…) Non permettere che io perda nemmeno un atomo della mia forza per preoccupazioni materiali di poco conto. Fa’ che io usi ogni minuto del mio tempo per fare di esso una giornata fruttuosa, una pietra da aggiungere alle fondamenta sulle quali costruire il nostro futuro così incerto”.

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

MissiroliQuelle prigioni…

… che ci costruiamo da soli. È il titolo dell’articolo comparso ieri su “Avvenire” a firma di Marco Missiroli. Lo si può leggere qui. Ho già sottolineato la sensibilità e la forza evocativa della penna di questo giovane scrittore. La sua rubrica settimanale è per me un appuntamento imperdibile.

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin:0cm;
mso-para-margin-bottom:.0001pt;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:10.0pt;
font-family:”Times New Roman”;
mso-ansi-language:#0400;
mso-fareast-language:#0400;
mso-bidi-language:#0400;}

Arezzo_PieveSantaMariaPomeriggio fra le rondini

Prima delle cerimonia di apertura delle “Piazze di maggio”, l’evento primaverile della cittadella di Rondine, non mi è mancata la grazia di una passeggiata nel centro storico di Arezzo. Fra la bellezza spoglia e quasi dura della Pieve e i colori di Piero della Francesca, la gentilezza di Piazza Grande e la solennità della Cattedrale, il tempo è passato in fretta. Ho perso il conto delle volte che sono passato da qui, ma ogni volta è un nuovo tuffo al cuore. Gli sbandieratori cittadini hanno incantato me, figuriamoci gli ospiti stranieri! Russia, Palestina, Macedonia, Ossezia, Georgia, Cecenia, Sierra Leone: questi i paesi di provenienza dei giovani studenti ospiti nel borgo di Rondine. Alcuni di loro, conclusi i corsi, rientreranno ora in patria. E non solo con un titolo di studio qualificato. Partecipare un po’ alla loro festa, oggi pomeriggio, valeva davvero la pena.

I fiori e gli ulivi del giardino sotto casa, la festa nazionale della Polizia in piazza del Popolo, il tramonto coloratissimo… ecco qualche scatto di una giornata lunga e impegnata ma anche piena di sole…!

small_DSCF8958small_DSCF8982

small_DSCF8993small_DSCF8994small_DSCF9005